I dolori mestruali: cause e rimedi

mestruazioni

Il termine medico è “dismenorrea”, ma per una donna il significato pratico è quello di una delle più comuni e fastidiose sindromi dolorose che possano affliggerla, il dolore mestruale.

Solitamente, il dolore mestruale è accompagnato da diversi sintomi fisiologici, che possono presentarsi tutti insieme o singolarmente, quali:

  • Mal di schiena
  • Nausea
  • Diarrea
  • Tensione mammaria
  • Capogiri e svenimenti

A questi sintomi fisiologici si possono accompagnare sbalzi di umore, stanchezza e nervosismo.

Questa sindrome dolorosa, che interessa donne fertili di ogni età, è più comune nelle donne giovani in cui il ciclo mestruale si è appena stabilizzato ed è la prima causa di assenza da scuola o dal lavoro.

La dismenorrea si può distinguere in due tipi:

  • Dismenorrea primaria

    La più frequente, che non ha origine in una causa primaria, ha inizio poche ore prima della mestruazione e può durare uno o due giorni. la dismenorrea primaria raggiunge il suo picco all’età di 16-17 anni e di solito scompare dopo la nascita del primo figlio.

  • Dismenorrea secondaria

    Ha origine in una patologia dell’apparato genitale interno come l’endometriosi, la stenosi della cervice uterina, l’adenomiosi, la malattia infiammatoria pelvicae neoplasie uterine benigne o maligne. In questo caso, la sindrome dolorosa può interessare l’intero periodo mestruale, divenendo pressoché invalidante per la donna che ne soffre.

Come affrontare dunque questa sindrome dolorosa?

Nel caso della dismenorrea primaria, il rimedio più semplice ed efficace per alleviare dolore e malessere generale consiste nell’assumere farmaci antinfiammatori non steroidei, che vanno assunti sin dai primissimi sintomi per sfruttarne appieno la funzione antidolorifica, ricordandosi di non assumerli a stomaco vuoto.

Anche stare attente all’alimentazione e praticare una normale e non stressante attività fisica può essere moto utile per alleviare i fastidi di questa sindrome.

Nel caso della dismenorrea secondaria, bisogna ovviamente agire sulla patologia scatenante ed in questo caso è fondamentale il ruolo del ginecologo, che potrà indicare il protocollo terapico più efficace.

L’ipertensione gestazionale

Tra le tante problematiche cui prestare attenzione durante una gravidanza, molto importante è sicuramente quella relativa all’ipertensione gestazionale, cioè alle variazioni al rialzo dei valori pressori della futura mamma.

È senz’altro utile, per prima cosa, distinguere tra ipertensione cronica, di cui la futura madre soffre già prima della gravidanza e di cui continuerà a soffrire dopo, e ipertensione gestionale, frutto di una reazione anomala dell’organismo materno in occasione della gravidanza che si risolverà spontaneamente dopo il parto: si tratta infatti di patologie simili ma diverse, che richiedono terapie differenti.

Leggi tutto “L’ipertensione gestazionale”

La secchezza vaginale ed i rapporti sessuali dolorosi pre e post menopausa: cause e rimedi

Al giorno d’oggi una percentuale molto alta di donne accusa dolore durante i rapporti sessuali, a volte fino al punto di vedere gravemente compromessa la propria sfera intima.

Questo problema è molto frequente dopo la menopausa, ma a volte può insorgere anche nelle donne in età fertile.

Leggi tutto “La secchezza vaginale ed i rapporti sessuali dolorosi pre e post menopausa: cause e rimedi”

I pericoli della rete: l’autodiagnosi al tempo di google

Quando ho cominciato ad esercitare la professione medica, oltre trenta anni fa ormai, l’unico modo per capire se un particolare sintomo era il segno di una patologia passeggera o di una più grave era recarsi dal proprio medico di famiglia, dal cardiologo, dal ginecologo, dal neurologo e via dicendo, a seconda del sintomo e dell’area di competenza dello specialista.

Oggi, però, le persone dispongono di un medico personale che è in grado di diagnosticare ogni tipo di patologia in un lasso di tempo misurabile nell’ordine dei decimi, o dei centesimi, di secondo: il dottor Google.

Leggi tutto “I pericoli della rete: l’autodiagnosi al tempo di google”

Ti puoi fidare di internet per una corretta informazione riguardo il sesso e la sessualità?

Malgrado l’Italia sia un paese culturalmente avanzato e la conoscenza della sfera intima da parte delle donne abbia fatto passi in avanti notevolissimi negli ultimi trent’anni, le recenti statistiche in materia ci consegnano dei dati tuttora sconfortanti.

Leggi tutto “Ti puoi fidare di internet per una corretta informazione riguardo il sesso e la sessualità?”